Sebastian Stocker e la rinascita vitivinicola dell’Alto Adige

Nel panorama enologico altoatesino Sebastian Stocker rappresenta un modello di serietà, esperienza e grande finezza interpretativa. Nel 1955, superati da poco i vent’anni, entra come enologo nella Cantina sociale di Terlano, oggi una nota cooperativa di 144 produttori, garanzia di eccellenza anche grazie al suo contributo ma all’epoca consorzio relativamente sconosciuto. Il cantiniere vi rimane per circa quarant’anni, trascorsi i quali decide di seguire la strada del piccolo produttore di spuman...
Di più