Carnevale, tra frittura e storia

Gli avanzi di pandoro fanno ancora capolino fra nocciole, datteri e gli ultimi pezzi di torrone rimasti ancorati alla paglietta dei cesti natalizi e, nonostante i buoni propositi post-cenone di iscriversi in palestra, ci si ritrova, a metà gennaio, a doversi confrontare con la cruda, o meglio, fritta realtà: fervono i preparativi per il Carnevale. Proprio così, la festa preferita dei più golosi, un’ode al colesterolo e al diabete. Inno all’olio bollente, la festa del Carnevale fonda infatti le s...
Di più

Modica e gli incroci della Sicilia

Quando un siciliano esce dalla sua isola, lo fa riempiendo le proprie valigie di speranza, entusiasmo e voglia di raccontare la bellezza della sua terra, fatta di profumi, di colori e di contraddizioni. Una terra che è tutto e il contrario di tutto, che soffre di un “eccesso di identità”, sicuramente ascrivibile alla miscellanea di popoli che si sono succeduti nei secoli e che le hanno impresso il loro segno indelebile. Un'impronta tangibile, che si osserva sui profili delle chiese barocche e su...
Di più

Ciro Salvo, la pizza nel cuore di Mergellina

Ciro Salvo è uno dei miglior interpreti della vera pizza napoletana. Non lo affermiamo senza ragion veduta. Lo abbiamo conosciuto perché ha reso la pizzeria Massè un luogo di pellegrinaggio, meta ambita per assaporare una pizza senza uguali. Lo aveva annunciato a Identità golose: a breve avrebbe aperto il suo locale 50 Kalò a Margellina in piazza Sannazzaro. Noi l’avevamo aspettato, visto di sfuggita e seguito per il suo panel durante la kermesse milanese. L’attesa non è stata vana. Come poteva ...
Di più

Amburgo, Londra, Pietralata

Inofficina: cibo di strada e musica tra spilli e spillature Amburgo, metà degli anni ’30 in pieno regime nazista, due gruppi di ragazzi vestiti all’inglese con giacche lunghe, pantaloni stretti, scarpe a punta, colletto tondo e bombetta, tutti appartenenti alla stessa cultura si incontrano e si salutano al grido di: “swing guy!”. Non “sieg heil”, che è il saluto che va tanto di moda in quel periodo. Loro sono gli swing jungen, la gioventù dello swing. Appassionati dai musicisti jazz di allora, ...
Di più

Il lievito madre…quasi un figlio!

È quasi primavera, e al master siamo arrivati al momento in cui la molta teoria studiata finora lascia lo spazio alla pratica dei laboratori di cucina. Il secondo giorno, dopo aver imparato a tagliuzzare e sbollentare le verdure a regola d'arte, ed aver finalmente appreso a cucinare il carciofo alla romana secondo i dettami classici, siamo alle prese con il mondo del pane. E non dico la parola mondo a caso: la panificazione è una vera e propria arte, la cui scienza alla base ha un che di affasci...
Di più

Cristo si è fermato a Cuzco

Si racconta che il Dio Sole Inti, guardando la Terra, creò Manco Cápac, il primo inca, e Mama Ocllo, sua sorella e consorte, dando loro il compito di trovare il punto dove la verga d’oro a loro consegnata sarebbe entrata nel terreno fino a scomparire. Lì, sarebbe sorto il loro impero, quello sarebbe stato il centro, Qosq’o in lingua quechua: l’ombelico del mondo. A Cuzco le tracce dell’impero inca si trovano ancora ad ogni angolo della città, nonostante siano spesso sovrastate dai simboli cattol...
Di più

La Brinca: una sosta obbligata per riscoprire i sapori dell’entroterra Ligure

Siamo a Ne, un piccolo comune di 2300 abitanti immerso nella Valgraveglia alle spalle di Lavagna e Sestri Levante. Qui si trova La Brinca; una trattoria, o come si usava dire nel 1987, anno della sua nascita, una caneva con fùndego da vin (osteria con bottega e cantina). Questa valle negli anni, grazie all’impegno e alla passione della famiglia Circella, è diventata un indiscussa metà turistica gourmet. La Brinca propone i piatti di terra della tradizione contadina della Liguria di levante, lega...
Di più

#FOODFRIDAY: la cena del venerdì diventa convivialità

"#FOODFRIDAY: il libro di cucina per quelli che il lunedì pensano già al weekend". Da questa brevissima introduzione, si intuisce che questo libro è davvero rivolto a tutti. E' per tutti noi che amiamo il lunedì mattina come lo ama Garfield e che già dall'inizio dell'ennesima settimana di studio/lavoro/ricerca di un lavoro siamo proiettati alle ore 18:00 del venerdì. E' in quel momento che lasciamo alle spalle il peso delle nostre fatiche e iniziamo a digitare freneticamente sugli schermi dei no...
Di più

Tempo di birre di Natale

Sono ormai diversi anni che il ciclone birra artigianale si è fortunatamente abbattuto sulla nostra penisola. Con l’arrivo del freddo, di dicembre e infine del Natale, si sente sempre più spesso parlare di birre di Natale, ma di cosa si tratta? Le birre di Natale non rientrano in uno stile brassicolo ben preciso, ma piuttosto in una vasta tipologia a questi trasversale. Birre stagionali, spesso d’annata, fatte cioè con ricette da parte dello stesso birraio che variano di anno in anno. La caratte...
Di più

Il Testarolo nella tradizione gastronomica Pontremolese

Nel complesso panorama gastronomico pontremolese, caratterizzato tradizionalmente da cibi poveri, ricavati dalla magra economia locale di stampo prettamente agricolo, è venuto alla ribalta, in particolare nel secondo dopoguerra il “testarolo”. Un nome sicuramente astruso, che trova una giustificante nello strumento con il quale veniva e viene preparato ancora oggi: il “testo”. Il testo, una grossa teglia con relativo coperchio, nei tempi passati era di terracotta e veniva realizzato, in partic...
Di più