San Valentino: chi paga il conto?

images

Come riuscire a non sentirsi in imbarazzo con una donna al ristorante? Ovvio, pagando il conto. Chiunque prima o poi dovrà affrontare questa situazione, poterne uscire fuori dignitosamente scegliendo di pagare il conto e decidere che nella vita bisogna assumersi le proprie responsabilità. Tutte le motivazioni, punto su punto, di un uomo distrutto da anni di appuntamenti, l’amara conclusione sul perché sia giusto pagare il conto.

1.Perché mi sento uomo.
Perché pagare il conto di un ristorante ci esalta di fronte alla donna di turno, dimostriamo autorevolezza e dignità. Tutte doti che fanno si che possiamo alzarci dal tavolo camminando a schiena dritta.

2. Non si dica mai che non ho pagato un conto al ristorante.
Non vorremmo mai si dicesse in giro che noi non abbiamo pagato un conto. Assolutamente proibito, da evitare, sempre e comunque. Può nuocere gravemente alla nostra immagine.

3. Siamo belli, ricchi e romantici.
Nell’attimo in cui allunghiamo la mano sul nostro portafoglio non salviamo solo la nostra dignità, ma bensì, stiamo notevolmente accendendo i fari su noi stessi: diventiamo immediatamente più belli e più ricchi perché possiamo permetterci di tirare fuori i soldi, ma sopratutto diventiamo, senza se e senza ma, degli inguaribili romantici.

4. Perché fa figo.
Confessiamo che il solo gesto di alzarci dalla sedia, quell’espressione sul viso di finta sicurezza, ci rende assurdamente fighi. Incarniamo in noi una virilità forse mai posseduta prima, o perlomeno non fino a 5 minuti prima. Non importa tutto il resto, l’importante è che in quel preciso istante stiamo pagando.

5. Tutti devono guardare.
E’ molto importante che tutti i tavoli attorno vedano come trattiamo la nostra ragazza. E’ necessario che senta l’invidia aleggiare nel ristorante, donne che vorrebbero essere al suo posto, ma che al contrario siedono con un taccagno. No, noi no, siamo diversi noi!
6. Mi garantisco una prossima volta.
Diciamocela tutta: a meno di grosse sorprese avremo garantita una seconda possibilità. Il solo fatto di aver pagato non ci fa temere un rifiuto eventuale, preserva almeno nelle apparenze un eventuale brusco no. Magari lei vorrà sfruttarci una seconda volta per “scroccare” una cena.
Disponibilissimi!!!

7. Le donne amano raccontare dei loro appuntamenti.
Sappiamo tutti che ogni donna non resiste al fatto di dover spifferare con le amiche ogni singolo particolare riguardo all’appuntamento della sera prima. Non c’è modo per cui questo non accada, è una pietra miliare nell’ego di una donna, è necessario, vitale alla propria sopravvivenza nella tribù femminile. Immaginiamo cosa possa accadere se non dovessimo pagare il conto……!

8. Evitare quello sguardo da “cerbiatto-furioso”.
Come non darle torto! Tutta la serata trascorsa a parlare, ridere assieme, scambiarci opinioni, ma se poi, per una qualche ragione decidessimo di non offrire la cena, ecco che appare sul suo volto il fatidico sguardo. Stiamo parlando degli occhi che assumono quel non so che di impietosito, quasi da lacrima. Però all’interno è il fuoco che divampa, tutte le parolacce del mondo che vorrebbe scaricarci addosso, inchiodarci alla sedia e fustigarci, ma lei si trattiene, è vero per educazione, ma inesorabilmente continua a guardarci come se nulla fosse successo. Il che è peggio, assicurato.

9. Vietato imbottirsi di sonniferi per dormire.
Anche noi maschietti rivendichiamo il diritto di farci le cosiddette “pippe” mentali. Non è esclusiva solo del genere femminile, anche noi siamo inguaribili ed eterni insicuri, anche noi uomini passiamo la notte insonne a farci mille domande sull’andamento della serata. Evitiamo tutto ciò: paghiamo questo benedetto conto!

10. Avere sempre la scusa a portata di mano.
Ebbene si, se proprio non riuscite a pagare il conto o non volete farlo, non disperate: c’è sempre la scusa giusta al momento giusto.
In questo caso la vostra salvezza non può essere che l’unica ed inimitabile scusa: “Mannaggia credo di aver dimenticato il portafoglio a casa, cavoli l’ho poggiato sul comodino e probabilmente mentre ero in preda all’ansia di prepararmi per far bella figura con te, mi è sfuggito dalla mente”. “Mi dispiace tantissimo, che imbarazzo, prometto che la prossima volta offro io”.
Ecco così risolto, in ogni caso avete vinto voi, se non volesse più vedervi vi sarete almeno risparmiati tanti bei soldini; altrimenti vi concedete, con la scusa di pagare la cena, una nuova uscita.

 

A cura di Enzo Di Giambattista

 

Share and Enjoy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *