Parliamo di eleganza: degustiamo la Borgogna

 

foto vini degustazione borgogna

Sono stata in Borgogna lunedì sera, non a Beaune, ma alla Città del Gusto di Roma, insieme ad altri dodici prescelti. Il nostro Cicerone Paolo Zaccaria, winewriter presso Via dei Gourmet e collaboratore vini del Gambero Rosso, ha dato vita alla degustazione guidata che ha portato i nostri sensi a spasso in questa regione francese, regina indiscussa dello Chardonnay e del Pinot nero, modello di riferimento nelle altre zone vinicole in cui si producono vini con le stesse uve. La Borgogna, che si trova nella parte centro-orientale della Francia, è inoltre uno dei luoghi più a nord del mondo in cui si producono vini rossi. Il Pinot Nero (pochi antociani e pochi tannini), produce i migliori risultati in climi freschi, essendo un’uva che matura più con la luce che con il calore. Comincia la nostra degustazione, in stile borgognone, partendo cioè prima dai rossi e proseguendo con i bianchi, per un totale di dieci bicchieri.

foto bottiglie degustazione borgogna

In questo valzer di odori e sapori l’attenzione si è soffermata sul secondo vino in assaggio: un Volnay 1er cru Les Mitans 2004, Domaine de Montille, famoso anche per essere tra i protagonisti del film documentario Mondovino (2004). Un rosso dalle note terziarie, con sentori di sottobosco, humus e addirittura tartufo; un vino davvero ben riuscito nonostante il 2004 sia stata veramente una pessima annata per la Borgogna. Tra i bianchi, invece, degno di nota il Mersault-Charmes 1er cru 2010, di Henri Germain et fils, considerato il paradigma dei bianchi nel mondo. Un vino davvero strepitoso, a detta anche del nostro Cicerone.
A fine serata tiriamo le somme: cosa resta di questo percorso oltre le parole che cercano di ridare vita ad un sorso e fermare gli attimi della degustazione? Sicuramente un’esperienza piacevole e molto istruttiva, da vivere in prima persona perché “un buon vino è come un buon film: dura un istante e ti lascia in bocca un sapore di gloria; è nuovo ad ogni sorso e, come avviene con i film, nasce e rinasce in ogni assaggiatore”(F. Fellini).

Michela Zaccaria

 

Share and Enjoy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *