APPUNTAMENTO AL “TASTE OF ROMA”

Dopo i grandi successi delle edizioni precedenti, a Milano e non solo, uno dei “Restaurant Festival” più conosciuti al mondo è approdato per la prima volta anche a Roma. Presso l’Auditorium Parco della musica infatti dal 20 al 23 Settembre è stato possibile partecipare a “Taste of Roma”.

12 dei più grandi Chef della capitale erano presenti a questa prima edizione, seguiti dalla propria equipe per far assaggiare al ghiotto pubblico alcuni dei principali piatti che compongono i menu nei loro famosi ristoranti.
Naturalmente non potevano mancare gli stand dei grandi espositori del settore, da Algida a San Pellegrino, da quelli che producevano olio extra-vergine di oliva a quelli che davano la possibilità di degustare buonissimi Vini Italiani. Tutti in cerca di accaparrarsi l’attenzione, o se non altro, l’appetito dei clienti.

Tra gli Chef di maggior spicco erano presenti Francesco Apreda dell’Imago “Hassler Hotel”, il giapponese Noda Kotaro dal ristorante “Magnolia”, Andrea Fusco di “Giuda Ballerino”, ma anche Riccardo di Giacinto di “All’oro”, e molti altri.
Durante l’intervista Apreda ci ha confessato “…anche per un Hotel Ristorante a 5 stelle servono manifestazioni come questa per mostrare al pubblico la nostra linea gastronomica, soprattutto al giorno d’oggi che la comunicazione sul campo non è certo trascurabile”. Ha voluto sottolineare inoltre quanto sia importante continuare a sostenere il Made in Italy in cucina.

I piatti che lo chef aveva scelto per l’occasione erano:
– Capasanta panata con mozzarella e tartufo nero
– Uovo al pomodoro con pane cafone e carbone di melanzane
– Granita ai frutti rossi con balsamico

Noda Kotaro, Chef giapponese del ristorante “Magnolia”, ci dice di amare la cucina italiana, le sue pietanze ed i suoi ingredienti, ma di amare soprattutto “cucinare” all’italiana.
“Il mio piatto preferito sono gli spaghetti all’amatriciana” afferma Kotaro, seguito dalla risata del pubblico durante l’intervista allo Stand San Pellegrino.

Il ristorante Magnolia e lo Chef nipponico avevano scelto per oggi:
– Tartare di manzo con maionese affumicata e mostarda
– Doppi ravioli farciti di baccalà con fagioli del purgatorio in guazzetto di vongole
– Il Giardino Zen (dolce)

Un festival sicuramente all’insegna della qualità e del buon gusto dove anche Roma ha saputo farsi notare grazie alla creatività degli chef che erano presenti.

Sonia Britti & Jonathan Addesse

Share and Enjoy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *